Cambiano (TO), venerdì 23 ottobre 2015 - Il Blog di Quelli di ZEd - Quelli di ZEd

Vai ai contenuti

Menu principale:

Cambiano (TO), venerdì 23 ottobre 2015

Pubblicato da Quelli di ZEd in Eventi · 23/10/2015 17:30:57



Venerdì 23 ottobre 2015 alle ore 17:30 presso la Biblioteca Civica Fratelli Jacomuzzi di Cambiano (TO), via Luigi Lagrange, 1:

Presentazione del libro "Un errore di gioventù" di Elena Genero Santoro, durante il ciclo dei “Tè letterari”, nei quali verranno serviti té, caffè e dolcetti in modo da rendere più "dolce" l'ascolto (e attirare più pubblico!). Il romanzo "Un errore di gioventù" sarà un modo per introdurre un dibattito sul tema della pena di morte.

Il romanzo:

Futura è incinta per la seconda volta e a Patrick sembra che il loro mondo sia perfetto, ma una notizia dal passato potrebbe scombinare tutto. Patrick infatti viene contattato da una sua ex, Arlene, che gli confessa di avere una figlia quasi adolescente, che potrebbe essere sua. Lui però non ha il coraggio di rivelarlo alla moglie. Ma anche una seconda notizia è destinata a portare dolore. Futura e Patrick sono da anni gli amici di penna di Luis, detenuto in Alabama per un omicidio commesso quindici anni prima sotto l’effetto di stupefacenti e condannato a morte. Ora l’iter processuale è terminato e l’esecuzione è stata fissata proprio nel giorno in cui è previsto il termine della gravidanza di Futura. Solo Mac, un amico di Patrick e Futura, nonché personaggio pubblico, potrebbe avere qualche chance per ottenere la grazia per Luis, ma prima dovrà mettere da parte i propri pregiudizi. L'Autrice Elena Genero Santoro è nata a Torino nel 1975, dove attualmente risiede con il marito e i figli. Lavora per l’industria automobilistica e si occupa di conformità del prodotto alle normative europee in ambito ambientale. Scrive da quando aveva quattordici anni per divertire, per divertirsi e per il suo personale impegno a voler denunciare quelle che ritiene ingiustizie. Un tema che le sta particolarmente a cuore è quello della violenza contro le donne.





Bookmark and Share

Torna ai contenuti | Torna al menu