Freschi di stampa

Opera finalista al Premio 1 Giallo x 1.000 quarta edizione
Bruxelles, ai nostri giorni. La capitale del Belgio è sconvolta dalle azioni di due bande criminali: un nucleo terrorista islamico che compie un attentato dopo l’altro e un gruppo di invisibili assassini che colpiscono persone apparentemente scelte a caso, tagliando loro la mano destra prima di ucciderli. Il protagonista, il fiorentino in trasferta Bruno Aliprandi, scopre per caso che esiste un mondo parallelo, una realtà alternativa simile alla nostra ma in cui per motivi storici il Belgio non esiste, non è mai nato. E che è in quel mondo, vicino ma invisibile quasi a tutti, che si rifugiano le due bande di delinquenti dopo aver colpito. Grazie alla collaborazione di Bruno, preso dapprima per pazzo, gli inquirenti belgi riescono a trovare il passaggio tra i due mondi e a metter fine all’andirivieni dei criminali. Mantenendo l’operazione nel massimo segreto. Nessuno, nei due mondi paralleli, deve sapere. Nel finale, però, fa capolino una nuova, più sottile minaccia…
 
 
 
Opera finalista al Premio 1 Giallo x 1.000 quarta edizione.
Palazzetto sul Rovere è un immaginario paese alle pendici dell’Appennino Toscano dove la quiete locale viene interrotta dal ritrovamento del corpo di una ragazza nel parco giochi. Massimiliano Manfredi e il fido agente Lazzerini, del commissariato di polizia insediato per errore in un paese così piccolo, sono chiamati ad accantonare le abituali burocratiche scartoffie per sciogliere i dubbi che la morte della giovane, apparentemente per cause naturali, solleva. La galleria dei personaggi più a contatto con la vittima mostra l’esistenza di numerosi e diversi moventi che potrebbero aver portato al tragico avvenimento, ma un nuovo cadavere ritrovato nello stesso luogo, quasi a volerne replicare la drammaticità, viene a complicare l’inchiesta. L’ispettore Manfredi, appassionato lettore di Simenon e Agatha Christie, aiutato anche dalla anatomopatologa dottoressa Scudieri, alla fine riesce a risolvere il mistero delle due morti.  Con i complimenti del Questore per aver riportato serenità in paese.
 
 
 
 
Opera finalista al Premio 1 Romanzo x 500 seconda edizione
Un incontro casuale, un amore impossibile, la necessità di scegliere tra una vita monotona, arida ma prevedibile e l’ignoto. L’amore di una madre per i figli, il sacrificio dell’amore in nome della sicurezza. Il tormento di un uomo che sa di non potere essere compreso. La scrittura come terapia, come estremo tentativo di vincere la solitudine.
 
Opera finalista al Premio 1 Giallo x 1.000 quarta edizioneA pochi giorni dal Capodanno, il maresciallo Dallara si arrende alla richiesta della moglie Veronica e, insieme agli amici Daniele e Viola e al figlioletto Elia, si rassegna a passare qualche giorno in un albergo ubicato sull’Appennino Tosco Romagnolo. La copiosa nevicata, che arriva inattesa, rende impossibile qualsiasi contatto con il resto del mondo e ciò diventa un problema quando, in seguito ad alcune parole pronunciate a tavola, una ragazza sparisce misteriosamente senza lasciare nessuna traccia. Subito i sospetti del maresciallo si dirigono sul resto della compagnia della giovane, ma ogni volta che pensa di essere vicino a una soluzione, ecco che questa gli sfugge di mano. Lo strano comportamento della moglie del padrone dell’albergo rimette tutto in discussione fino a quando alcuni indizi, elencati in una sorta di arringa finale, portano allo scoperto la verità.