Oggi presentiamo il libro di Tiziana Marfisi, “Cadenza imperfetta”. Finalista alla Prima Edizione del Premio Letterario “1 Romanzo x 500”, pubblicato dalla 0111 Edizioni il 26/11/21.

Trama del libro: Giovanni, abbandonato da sua madre, viene educato amorevolmente da suo padre che lo incoraggia a iniziare lo studio della musica. In Conservatorio conosce Sveva, un’allieva più grande, misteriosa e inarrivabile, di cui si innamora. Sveva però sposa Edoardo, il suo maestro e Giovanni ripiega a Salisburgo, dove trascorre molti anni. Rientrato a Pesaro, scopre che il sentimento dal quale era fuggito è rimasto intatto. Ritrova Sveva e fra i due si instaura un forte legame, interrotto quando proprio Giovanni inaspettatamente si tira indietro. Sveva cade in depressione ed è solo l’amore di Edoardo che riesce a salvarla. Giovanni intanto si avvicina a Clara, figlia di Sveva, incantato dalla somiglianza di lei con sua madre. Ma nulla va come potrebbe e ci si avvia verso un finale sospeso. Nessuna cadenza perfetta in questa partitura segnata da dissonanze e attacchi fuori tempo, dove gli interpreti vivono un amore differito, fatto di appuntamenti mancati, incomprensioni e solitudine.

Allora Tiziana, parliamo un po’ del tuo libro, spiegaci com’è nata l’idea per questa storia e svelaci alcune curiosità legate alla trama.

Per prima cosa voglio dirvi che è bellissimo per me essere qui a parlare del mio libro. Un libro è un po’ come un figlio e comunque sia gli si vuole bene. A Napoli direbbero che Ogni scarrafone è bello a mamma soia. Dunque parliamo di questo neonato venuto alla luce sulla scia di un suo fratello maggiore, il “Diario di un amore lontano” che gli ha aperto la via. “Cadenza imperfetta” parla di musica, parla di amori sbocciati fra le note, amori passati, dimenticati, amori che tornano. Il leit-motiv del romanzo è un’incomprensione cronica, un’insoddisfazione latente che sembra sporcare anche i momenti più felici. Mi chiedevi come è nata l’idea. Devi sapere che nella vita faccio la musicista e che da allieva mi sono perdutamente innamorata del mio maestro. Quel sentimento che ho vissuto da ragazzina romantica è rimasto in me, sublimato dal tempo che passa, dalla nostalgia, forse, di un momento tormentato e bellissimo in cui io stessa mi sentivo protagonista di una grande storia d’amore. E come spesso succede le emozioni hanno bisogno di affiorare e di raccontarsi. Nel mio caso o suono, o scrivo.

Hai dovuto lavorare molto per scriverlo, fare ricerche o informarti per questioni più tecniche?

Beh, il labor limae è imprescindibile e il lavoro di cesello è una specie di imperativo categorico, per me. Sono una perfezionista e l’amore per la musica si riversa nello scrivere. Mi piace che il mio sia un fraseggiare che canta, che suona, un fraseggiare armonico. Ci tengo in modo particolare e non sempre mi ritengo soddisfatta. Per quanto riguarda le questioni puramente tecniche, diciamo che stavolta giocavo in casa.

L’idea del titolo com’è nata?

In musica la cadenza è quella parte che conclude un periodo. Si parla di cadenza perfetta quando, grazie a delle formule che non sto a spiegare, chi ascolta ha una sensazione di definitezza, di estrema chiarezza e soddisfazione. Nel mio romanzo ogni storia, ogni personaggio, finisce per avere (e per lasciare) l’amaro in bocca. Ecco dunque che la conclusione sarà inevitabilmente una “Cadenza imperfetta”.

Raccontaci in breve qualcosa di te, chi è Tiziana nel quotidiano?

È una che non ha ancora capito cosa farà da grande. Il problema che di primavere se ne sono già susseguite parecchie, eppure… Quello che posso dire senza ombra di dubbio che amo la mia famiglia, i miei rapporti assolutamente imperfetti, profondi e veri, che adoro il mio lavoro, i miei ragazzi e che giorno per giorno mi scopro diversa, nuova, libera. Insegno in una scuola media a indirizzo musicale e mi sono fatta come punto di onore quello di portare la musica a tutti, perché con la musica si impara a sognare, a vivere a confrontarsi. E non è escluso che con la musica si riesca a comprendere meglio anche la matematica! Ho nella mia classe alcuni alunni specialmente abili che mi insegnano cosa conta davvero nella vita. In fondo, credo di essere una donna felice.

Di seguito indichiamo alcuni link d’acquisto utili per reperire il libro, sia in formato cartaceo che ebook. Ricordiamo ai lettori che se vogliono acquistare il libro direttamente da noi, possono inviarci una e-mail alla redazione a questo indirizzo: redazione@quellidized.it

Amazon

Ibs

Feltrinelli

Bene cara Tiziana vuoi segnalarci dei contatti social in cui i nostri lettori possono seguirti e contattarti?

Ne sarei davvero onorata. Condivido il link di Facebook.

Ringraziamo Tiziana per essere stata con noi e averci presentato il suo libro “Cadenza imperfetta”.

Per leggere un’anteprima di “Cadenza imperfetta”, clicca qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.