Scomodi ricordi, Giallo. Finalista alla Quinta Edizione del Premio “1 Giallo x 1000”, di Serena Severi. Disponibile dal 29 luglio 2022.

Trama A pochi giorni dal Capodanno, il maresciallo Dallara si arrende alla richiesta della moglie Veronica e, insieme agli amici Daniele e Viola e al figlioletto Elia, si rassegna a passare qualche giorno in un albergo ubicato sull’Appennino Tosco Romagnolo. La copiosa nevicata, che arriva inattesa, rende impossibile qualsiasi contatto con il resto del mondo e ciò diventa un problema quando, in seguito ad alcune parole pronunciate a tavola, una ragazza sparisce misteriosamente senza lasciare nessuna traccia. Subito i sospetti del maresciallo si dirigono sul resto della compagnia della giovane, ma ogni volta che pensa di essere vicino a una soluzione, ecco che questa gli sfugge di mano. Lo strano comportamento della moglie del padrone dell’albergo rimette tutto in discussione fino a quando alcuni indizi, elencati in una sorta di arringa finale, portano allo scoperto la verità.

Autrice: Classe 1978, Laureata in Scienze dell’educazione indirizzo insegnanti all’università di Bologna e in Scienze della Formazione Primaria presso l’Università di Urbino, Serena Severi è insegnante di scuola primaria e volontaria e Istruttrice di Primo Soccorso e Manovre Salvavita presso Croce Rossa, oltre che mamma di due splendidi e vivacissimi bambini. Finalista al concorso “Giallo in Provincia 2018”, ha pubblicato diversi romani: “Racconti Gialli” con Edizione Montag e “Il volo di Icaro” con Alcheringa Edizioni; «Appuntamento a Samarra», vincitore della categoria Miglior Protagonista femminile a Giallo Festival, con Damster Edizioni; “Effetto Domino”, finalista a 1 giallo per 1000, con 0111 Edizioni; “Il filo di Arianna” con Alcheringa Edizioni, “Il vaso di Pandora” con Alcheringa Edizioni.

Il libro è acquistabile su tutti gli store online, sia in versione cartacea che ebook, e ordinabile in tutte le librerie d’Italia.

Acquista il libro su Amazon.

Per leggere un’anteprima del libro “Scomodi ricordi”, clicca qui:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.