Oggi presentiamo il libro di Walter Serra, “Blood – sangue sul cammino di Maura Porcu”. Finalista alla Quarta Edizione del Premio “1 Giallo x 1000”,  pubblicato dalla 0111 Edizioni il 30 giugno 2022.

Trama del libro: Maura Porcu, nel quarto romanzo che vede lei come protagonista, decide che è tempo di tornare in servizio e richiede al nuovo comandante di essere reintegrata nella Gendarmeria di San Marino, lasciata dopo aver partorito. Il suo curriculum le consente di essere accettata subito. Come primo caso le capita il rapimento di una sedicenne ma, fin dalle prime verifiche in casa della scomparsa, Maura si rende conto che niente è come sembra. Scova una scheda di memoria nascosta nella quale trova immagini che rappresentano una ragazza diversa da come appare. Una ragazza complessa, inquieta, adulta. Incrociando alcune informazioni crede di avere compreso dove andare a cercarla: a Pietrapertosa, in Basilicata. Si fa assegnare come supporto a una squadra di poliziotti italiani e avviano le indagini. Da quel momento la gente inizia a morire e il titolo del romanzo assume il proprio significato.

Allora Walter parliamo un po’ del tuo libro, spiegaci com’è nata l’idea per questa storia e svelaci alcune curiosità legate alla trama:

Scrivo di Maura Porcu da diversi anni, ormai ci conosciamo molto bene. Volevo connotare una storia diversa dalle altre, portarla anche lontano da San Marino. Ho inserito pratiche sataniche svolte all’interno di una setta, evocato il fantasma d’un bambino che talvolta appare a Maura, ma non si tratta di una storia esoterica, tutt’altro. Una curiosità? Il volo dell’angelo a Pietrapertosa. Avevo scritto dell’angelo appeso al lampadario della stanza della ragazzina, poi ho trovato quel luogo e me ne sono innamorato, spostando a Pietrapertosa una buona parte della storia. Io non uso una scaletta per scrivere: parto da una suggestione (canzone, immagine, titolo) e mi lascio un po’ trasportare, arricchendo e modificando man mano che la storia procede.

Come mai una poliziotta? Non è un po’ azzardato scrivere al femminile?

Maura Porcu nasce per caso, per un progetto diverso che poi ho fatto mio. Non è proprio una femminuccia delicata, ma un poliziotto con gli attributi, irriverente ma molto perspicace. A volte è difficile dominarla anche dovendola gestire dentro un romanzo. Bellissima, controversa, letale. Fa sempre a modo suo, nel lavoro e nell’amore. Amata e odiata dai suoi superiori, s’è ritagliata un importante spazio nelle forze di polizia ma anche dentro la mia libreria personale, essendo protagonista in otto storie. Femminile quanto basta, il resto è scorza dura come granito.

Hai dovuto lavorare molto per scriverlo, fare ricerche o informarti per questioni più tecniche?

Scrivere è inventare, immaginare, però la storia deve gravitare anche attorno al vero, al concreto. In particolare, le ambientazioni sono quasi sempre ricavate da luoghi reali, conosciuti direttamente oppure attraverso le piattaforme informatiche, siti ufficiali, immagini, ecc.. Quando ho iniziato a scrivere, anni fa, non c’era nemmeno Google maps, oggi è tutto più facile, diretto, disponibile. Durante la stesura talvolta mi fermo, faccio una ricerca e sistemo la storia. Internet ha risposte su tutto. Poi ho la fortuna di collaborare con scrittori e persone che possono darmi delle dritte su questioni legate al territorio di San Marino e mi aiutano a sistemare la stesura. In questo romanzo mi sono preso una libertà: la storia finisce aprendo quella successiva, che viene accennata.

L’idea del titolo com’è nata?

Come dicevo poco fa, in genere il titolo lo abbozzo subito, in quanto mi introduce nella storia che voglio scrivere. In questo caso, il titolo è evocativo di ciò che accadrà nella storia: non pochi morti ammazzati.

Mi sembra di capire che il genere che prediligi nella scrittura è il thriller. Come mai?

Molto dipende dalle letture che ho fatto nel tempo. Il thriller ti tiene inchiodato alle pagine, specie se sei tu a scriverle. A me piace mettere nei guai il protagonista senza pensare prima a come tirarlo fuori. Poi, una soluzione accettabile la si trova e questo è molto gratificante. Scrivo anche storie sentimentali, ma mai troppo lineari, c’è sempre una certa dose di sofferenza e di difficoltà che trattiene i protagonisti. Poi mi piace mischiare i generi, quindi accosto il romanzo storico a storie sentimentali, il gotico al giallo, ecc.. E, come accennavi prima, c’è molta ricerca da fare e tanta fatica nella stesura. Alla fine, il risultato lo si comprende solo alla rilettura, nell’insieme della storia finita.

Raccontaci in breve qualcosa di te, chi è Walter nel quotidiano?

Oggi sono felicemente pensionato, mi occupo della casa, della famiglia e di un orto. Poi c’è “l’altro” Walter, quello che inventa storie e passa le nottate a scriverle. Non è stato un caso isolato fare le due o le tre di notte per finire un capitolo senza lasciare appeso quel momento di narrazione felice. Blood l’ho scritto comunque qualche anno fa, quando ancora ero in servizio, ispettore in materia di contrasto del riciclaggio per l’Agenzia di Informazione di San Marino (l’omologa della FIU italiana). Ma nelle mie storie il mio lavoro non è entrato mai.

Cosa bolle nella tua pentola di scrittore?

Ho appena terminato un giallo storico ambientato a San Marino nel 1951. Mi riposo un poco, ma ho già in testa un nuovo romanzo, ancora con Maura Porcu.

Ricordiamo ai nostri lettori che Walter ha pubblicato altri romanzi con noi, di seguito elenchiamo i titoli, così che possiate trovarli facilmente:

Pioggia battente

Tre giri di chiave

L’ossessione e il sogno

Le bianche scogliere di Dover

La giostra

Di seguito indichiamo alcuni link d’acquisto utili per reperire il libro, sia in formato cartaceo che ebook.

Amazon

Ibs

Feltrinelli

Bene caro Walter vuoi segnalarci dei contatti social in cui i nostri lettori possono seguirti e contattarti?

Certo, sulla mia pagina Facebook pubblico notizie sui miei romanzi, condivido impressioni coi lettori e mi fa molto piacere restare in contatto con loro.

Ringraziamo Walter per essere stato con noi e averci presentato il suo libro “Blood – sangue sul cammino di Maura Porcu”.

Per leggere un’anteprima del libro “Blood – sangue sul cammino di Maura Porcu”, clicca qui:

Leggi il libro ascoltando questo brano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.