Oggi presentiamo il libro di Rosanna Baldelli, “Quando la tempesta arriva”. Finalista alla Seconda Edizione del Premio “1 Romanzo x 500”, pubblicato dalla 0111 Edizioni il 28 gennaio 2022.

Trama del libro: Margaret, Abby La presa di coscienza da parte delle masse del loro ruolo sulla scena politica di un’Italia ancora troppo giovane, i moti di rivendicazione fomentati dai gruppi anarchici e dal socialismo dei primi anni del Novecento, sono l’ambientazione in cui si muovono personaggi noti e semplici protagonisti del racconto che narra di un anomalo rapimento ai danni di una giovane contessa. I fatti che ruotano intorno alla vicenda sono reali e storicamente determinati, così come alcuni personaggi del periodo, ma l’intreccio del romanzo è completamente frutto di fantasia. Il tempo è circoscritto all’anno 1914 in cui avviene il rapimento che coincide con i moti della “settimana rossa” e ai primi mesi del 1915 durante i quali si fronteggiano gli schieramenti dei fautori dell’intervento dell’Italia in guerra e dei loro antagonisti, dopo la fatidica data dell’attentato di Sarajevo. L’amore che sboccia fra la giovane Ella e un anarchico, è il preludio a una catastrofe annunciata: la prima guerra mondiale.

Allora Rosanna. parliamo un po’ del tuo libro, spiegaci com’è nata l’idea per questa storia e svelaci alcune curiosità legate alla trama.

Il romanzo narra una vicenda completamente frutto di fantasia, ma inserita in un contesto storico ben preciso e limitato a pochi mesi. Si tratta del  rapimento di una giovane che si ritrova a conoscere una realtà completamente diversa da quella che aveva sempre vissuto e immaginato. In questo senso si può parlare anche di “romanzo di formazione”. Il contesto storico che fa da sfondo è quello in cui campeggiano le prime rivendicazioni del proletariato organizzate dagli anarchici e dai rivoluzionari dell’inizio del Novecento. L’anno è il 1914  e gli eventi che riguardano i protagonisti sono quelli della cosiddetta “settimana rossa” che si svolse nel mese di giugno. La data, poi, dell’attentato di Sarajevo, farà da spartiacque fra la prima e la seconda parte del romanzo, dove i personaggi, sia quelli storicamente determinati, sia quelli frutto di fantasia, dovranno fare i conti con una grande questione, ovvero l’intervento dell’Italia nella prima guerra mondiale. Allora tutto viene rimesso in gioco e quelle che erano state convinzioni credute fermamente e radicate negli animi del protagonista e di altri personaggi, si capovolgeranno e porteranno a conflitti umani e sociali irrisolvibili. E quando il 24 maggio 1915 l’Italia  entrerà in guerra, ovvero arriverà la tempesta, il mondo di prima non esisterà più, coinvolgendo tutti. L’epilogo quindi sarà triste, ma inevitabile. L’idea è nata  dal fatto che volevo scrivere qualcosa che riguardava la mia famiglia, o almeno i ricordi dei racconti di mia nonna e della sua vita e il contesto storico in cui erano vissuti i nostri antenati. Lo dico anche nella prefazione. “Noi siamo il frutto di quello che altri furono prima di noi.

Hai dovuto lavorare molto per scriverlo, fare ricerche o informarti per questioni più tecniche?

Sì. Ho dovuto fare ricerche sul periodo storico e sulle vicende narrate in particolare. Inoltre, visto che il romanzo è ambientato anche in provincia, nel paese dove sono nata e vivo, anche in questo senso ho dovuto documentarmi; ma devo dire che è stato un piacere andare a scavare nel passato.

L’idea del titolo com’è nata?

Il titolo è nato dalla considerazione che la guerra, che per fortuna io non ho mai vissuto, si pone nella vita di ognuno, sia esso ricco o povero, giovane o vecchio, come uno sconvolgimento totale, come “una tempesta”, appunto.

Raccontaci in breve qualcosa di te, chi è Rosanna  nel quotidiano?

Sono una professoressa di Lettere in pensione che si diletta a scrivere storie. Ho sempre amato scrivere, ma questo è il primo lavoro che ho voluto pubblicare. Vivo in campagna perché amo molto stare a contatto con la natura. Mi piacciono i fiori e gli animali. Leggo molto.

Di seguito indichiamo alcuni link d’acquisto utili per reperire il libro, sia in formato cartaceo che ebook, segnalando come sempre lo store online La banda del book che offre uno sconto sulla versione cartacea.

La banda del book

Amazon

Ibs

Bene cara Rosanna vuoi segnalarci dei contatti social in cui i nostri lettori possono seguirti e contattarti?

Sul mio profilo Facebook.

Ringraziamo Rosanna per essere stata con noi e averci presentato il suo libro “Quando la tempesta arriva”.

Per leggere un’anteprima del libro “Quando la tempesta arriva”, clicca qui:

Leggi il libro ascoltando questa musica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.